SEI Toscana a Festambiente

Più di duecento interviste rilasciate nel videobox di “6 X noi” e quasi mille visitatori allo stand: la prima partecipazione di SEI Toscana a Festambiente è segnata da grandi numeri. Lo stand di SEI Toscana è stato uno dei più visitati del festival (che si è svolto a Rispescia, in provincia di Grosseto, dal 7 al 17 agosto), grazie anche alla campagna di ascolto “6 X noi” che ha dato la possibilità a tutti di registrare la propria intervista su diverse tematiche ambientali. Dieci gli argomenti trattati, uno per ogni giorno di festa: la raccolta differenziata e le regole per farla correttamente; utilizzo del centro di raccolta; differenza fra riciclo e raccolta differenziata; rispetto dell’ambiente; le 4 R; meno rifiuti nel cassonetto; gestione dei rifiuti ingombranti; riuso e recupero degli oggetti e conoscenza di SEI Toscana. Una volta registrate e montate, le interviste sono state proiettate di giorno in giorno nella tv presente nello stand della festa e nelle prossime settimane verranno caricate sul sito internet della società. Il materiale registrato sarà poi utilizzato per realizzare una serie di spot televisivi che andranno in onda a partire dalla fine di settembre. Non solo interviste però, sono state circa un migliaio le persone che hanno visitato lo stand di SEI Toscana per conoscere più da vicino l’attività che l’azienda svolge ogni giorno nei cento comuni delle province di Arezzo, Grosseto e Siena e chiedere tutte le informazioni sul servizio di gestione dei rifiuti e sulle buone pratiche ambientali. A tutti loro sono stati consegnati gadget realizzati in materiale riciclato e brochure informative sull’azienda e i servizi svolti. Come ogni anno l'impatto ambientale della festa è stato azzerato grazie all'accordo con AzzeroCO2, le emissioni di anidride carbonica sono state compensate con il progetto di riforestazione del parco del Delta del Po in Veneto (risparmiando in dieci giorni circa 53 tonnellate di anidride carbonica). Oltre a questo anche una rigorosa politica di gestione dei rifiuti solidi, gestita direttamente da SEI Toscana: no ai bicchieri e alle stoviglie di plastica, sì a quelle di ceramica, vetro e mais, interamente biodegradabili. Bene anche la raccolta differenziata dei rifiuti, avviati al riciclo e al compostaggio, che ha superato il 90%.