Educazione ambientale: gli studenti fanno “RI-Creazione” con Sei Toscana

Giovedì, 31 Gennaio 2019

Nelle scuole dei comuni della Toscana del sud proseguono a pieno ritmo le attività di “RI-Creazione. Da oggetto a rifiuto …e ritorno. La via delle 4 R”, il progetto di educazione ambientale promosso da Sei Toscana. In questa quarta edizione sono più di 8000 i ragazzi che seguono i percorsi educativi per approfondire l’argomento dei rifiuti e del ciclo dei materiali. L’obiettivo è quello di incentivare la diffusione di buone pratiche quotidiane, sia a casa che a scuola, e ridurre l’impatto dei nostri comportamenti quotidiani sull’ambiente. Fra i tanti appuntamenti in programma, ieri mattina, alla scuola secondaria di primo grado di Marciano della Chiana, dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Lucignano, i quaranta alunni delle classi 1°C e 1°D hanno partecipato alla seconda lezione in classe con gli educatori di Sei Toscana. Assieme ai ragazzi anche Alino Aria, assessore all’ambiente del comune. “Tutta l’Amministrazione comunale ha accolto favorevolmente e promosso tale iniziativa, ritenendo il progetto un tassello importante per la sensibilizzazione e il corretto funzionamento della raccolta differenziata nel territorio – dice Alino Aria, assessore all’Ambiente del Comune di Marciano della Chiana –. I ragazzi, infatti, possono diventare il principale veicolo di trasmissione di notizie all’interno del proprio nucleo familiare e sensibilizzare anche i più grandi su una tematica così importante come l’ambiente, che riguarda il futuro di tutti noi. Iniziative di questo tipo possono essere fondamentali nel loro processo di crescita ma anche nel processo di crescita dell’intera collettività, per far comprendere sempre più l’importanza delle tematiche ambientali e soprattutto gli effetti che possiamo avere sull’ambiente stesso con i nostri comportamenti quotidiani: è proprio dai piccoli gesti di tutti i giorni che possiamo davvero cambiare verso sul nostro modo di rapportarci con l’ambiente che ci circonda e i ragazzi possono e devono diventare i veri portatori di questa rivoluzione culturale, che sarà determinante per il futuro di tutti”. Anche per questa quarta edizione del progetto l’offerta formativa prevede, oltre alle lezioni in classe e i laboratori, la possibilità di visitare gli impianti a servizio del ciclo integrato dei rifiuti urbani nel territorio della Toscana meridionale e le strutture a servizio della raccolta (come centri di raccolta e stazioni ecologiche). Un’occasione importante per gli studenti che possono vedere da vicino il percorso dei propri rifiuti e in che modo vengono preparati per l’avvio a recupero e riciclo. Occasione colta al volo dai ragazzi della secondaria di Marciano che, il prossimo 5 marzo, andranno a fare visita all’impianto di selezione valorizzazione e compostaggio delle Cortine, ad Asciano.

Qui tutte le informazioni sul progetto di educazione ambientale di Sei Toscana RI-Creazione.