Per un ambiente più pulito ecco i nuovi punti di raccolta dell’olio vegetale

Giovedì, 15 Ottobre 2015

Nuovi punti di raccolta dell’olio esausto nelle province di Grosseto e Siena. Sei Toscana, in collaborazione con le ditte Calussi ed Eco.Energia, le amministrazioni comunali e l’Ato Toscana Sud, ha attivato quattro nuove postazioni di raccolta nei comuni di Orbetello e Monteriggioni. A Orbetello, in provincia di Grosseto, sono state inaugurate tre nuove postazioni, due presso i supermercati Coop, e uno nello store Simply di Albinia. Una pratica, quella della raccolta dell’olio esausto che è fondamentale per la difesa dell’ambiente dato che un litro d’olio vegetale esausto rende non potabile un milione di litri d’acqua: una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per dieci anni. “Si tratta di un importante servizio per i cittadini – spiega Mauro Barbini, assessore all’Ambiente del comune di Orbetello – che diventa operativo grazie al lungo lavoro preparatorio che ha coinvolto il Comune, Unicoop, Simply, la ditta Calussi e Sei Toscana. La raccolta di olio esausto è un servizio molto richiesto dalle famiglie”. Novità anche in provincia di Siena. Sabato 17 ottobre alle 10,30 sarà inaugurata la casina Olly® nella frazione de La Tognazza, nel comune di Monteriggioni. Il nuovo punto di raccolta farà da apripista ad un progetto di area vasta che l’Ato Toscana Sud insieme al gestore dei rifiuti Sei Toscana ha intenzione di estendere a tutti i comuni delle province di Arezzo, Grosseto e Siena. Da sabato 17 ottobre anche a Monteriggioni sarà possibile conferire in modo corretto il proprio olio domestico accedendo alla casina Olly® (una struttura in legno dotata di telecamera indoor, terminale di riconoscimento e illuminazione a risparmio energetico). All’interno della casina, cui si accede con un’apposita tessera di riconoscimento, sarà possibile prelevare un bidoncino giallo per la raccolta domestica dell’olio da cucina esausto. Quando il bidoncino sarà pieno, l’utente potrà riportarlo alla casina per poi ritirarne uno pulito. Eco.Energia, l’azienda cui Sei Toscana ha affidato il servizio per la provincia di Siena, si occuperà del ritiro e del lavaggio dei bidoncini, raccogliendo al contempo l’olio conferito e evitando così gli effetti dannosi che uno smaltimento sbagliato dell’olio comporta. “Il valore aggiunto di questo progetto, che si inserisce a pieno titolo nel contesto della gestione unica dei rifiuti nell’Ato Sud, sta nel suo carattere innovativo di unificazione e omogeneizzazione su area  vasta, contribuendo positivamente alla  qualificazione del servizio – commenta Andrea Corti, direttore di Ato Toscana Sud –. L’autorità ha lavorato insieme al gestore per consentire a tutti i comuni del bacino di organizzare a breve il servizio di raccolta di questo particolare rifiuto su tutti i territori. E’ da sottolineare che il costo del servizio non ha ripercussione sulla tariffa perché si remunera direttamente con la produzione di energia proveniente dall’olio raccolto”. L’olio domestico può essere conferito anche presso i centri di raccolta comunali e le stazioni ecologiche attive nelle province di Arezzo, Grosseto e Siena. Per informazioni su giorni e orari di apertura è possibile consultare il sito www.seitoscana.it o chiamare il numero verde di Sei Toscana 800 127 484.