A San Gusmè torna protagonista l’ecologia. Alla Festa del Luca un convegno sullo sviluppo sostenibile

Giovedì, 11 Settembre 2014

Da giovedì 11 a domenica 14 settembre a San Gusmè, nel comune di Castelnuovo Berardenga in provincia di Siena, torna la Festa del Luca, tradizionale manifestazione dedicata a Luca Cava, uno dei personaggi più bizzarri del panorama folcloristico toscano. Fra i tanti eventi che animeranno la frazione castelnovina sino alla serata conclusiva di domenica, spicca il convegno “Energia per la vita. Verso Expo 2015: paesaggio, alimentazione, cultura” incentrato sullo sviluppo sostenibile e le buone pratiche ambientali. Il dibattito, introdotto da Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga e Alessandro Fabbrini, presidente di Apea, Agenzia provinciale per l’energia, l’ambiente e lo sviluppo sostenibile, sarà dedicato ai temi della tutela ambientale, della valorizzazione delle energie rinnovabili e delle opportunità legate allo sviluppo sostenibile. Giovedì 11, a partire dalle 15,30 presso il teatro della Società Filarmonica di San Gusmè, il convegno ospiterà gli interventi di Paolo Casprini, dirigente Settore Politiche Ambientali Provincia di Siena (“L’introduzione dell’idrogeno nella nostra mobilità”); Sara Nocentini, assessore cultura e turismo Regione Toscana (“Expo 2015: una occasione unica per le aziende italiane”); Pier Luigi Sacco, docente di economia della cultura all’Università IUAV di Venezia (“Siena candidata Città della Cultura”); Piero Giadrossi, imprenditore Parco di sculture del Chianti (“Sviluppare iniziative in armonia con l’ambiente”); Raffaella Grana, presidente Slow Food Toscana (“Antichi mestieri, nuovi sapori: momenti di piacere”) e Fabio Menghetti, direttore tecnico di Sienambiente. Il contributo dell’Ing. Menghetti, dal titolo “Dai rifiuti il compost di qualità per l’agricoltura”,  si concentrerà in modo particolare sulle caratteristiche tecniche e la funzione dell’impianto di compostaggio a Poggio alla Billa (nel comune di Abbadia San Salvatore) di recente ristrutturato, dove, grazie alla raccolta differenziata dei rifiuti organici,  viene prodotto il compost “Terra di Siena”, esempio concreto della trasformazione del rifiuto in risorsa. Il compost Terra di Siena è un ammendante utilizzato largamente anche in agricoltura biologica che vanta il marchio di garanzia del Consorzio italiano compostatori. Seguirà poi una tavola rotonda coordinata dal giornalista Daniele Magrini con la partecipazione, fra gli altri, di Fabrizio Vigni, presidente di Sienambiente e vice presidente di SEI Toscana (che illustrerà le iniziative nell’ambito delle energie rinnovabili e della green economy); Angelo Riccaboni, rettore dell’Università degli Studi di Siena; Sergio Zingarelli, presidente del Consorzio Chianti Classico; Alessandro Piazzi, amministratore delegato di Estra; Susanna Cenni, deputato e membro della Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati e Massimo Guasconi, presidente della Camera di Commercio di Siena.