Puliamo il mondo compie 22 anni. Tre giorni all’insegna della pulizia e per un’Italia rifiuti-free

Giovedì, 25 Settembre 2014

“Puliamo il mondo” è l'edizione italiana di “Clean up the World”, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Dal 1993, Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie al lavoro di oltre 1000 gruppi di “volontari dell'ambiente” che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine. Bellezza e partecipazione sono il binomio vincente di questa ventiduesima edizione: da una parte la bellezza dell’Italia, uno dei paesi più amati e visitati al mondo spesso sfregiato dall’incuria e dai rifiuti; dall’altra l’impegno attivo di tanti cittadini che vogliono rendere più belle e vivibili le città della penisola. Quest’anno l’appuntamento con “Puliamo il mondo” sarà per il 26, 27 e 28 settembre: tre giorni duranti i quali migliaia di volontari, tra cittadini, scuole e amministrazioni, saranno impegnati nel ripulire le aree degradate del Paese e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente. Inclusione sociale e periferie, verde urbano e coste pulite sono i temi principali della versione toscana di Clean up the World, realizzata con il patrocinio della Regione e la Rai come media partner. Legambiente, inoltre, durante i tre giorni in cui si svolgerà l’iniziativa porrà l'attenzione anche su comportamenti individuali come lo spreco alimentare e l’importanza di riacquistare i prodotti ottenuti da materiali riciclati dopo la raccolta differenziata. Con la campagna “Buon cibo - Chi apprezza il cibo non lo spreca” verrà proposto di utilizzare la Good-Food-Bag, un sacchetto prodotto in Italia in plastica riciclabile, riutilizzabile per il trasporto di cibo avanzato, ma ancora intatto, da pasti fuori casa. Mentre con il concorso “Ri-prodotti e Ri-acquistati” saranno premiati i Comuni che hanno acquistato elementi di arredo urbano in plastica riciclata di provenienza toscana”.