Nuovi servizi di raccolta nella Toscana del Sud: ecco tutte le nuove attivazioni

Giovedì, 15 Ottobre 2015

I dati certificati 2015 da ARRR (Agenzia Regionale Recupero Risorse) per le raccolte differenziate relative al 2014, rilevano nell’ATO Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto e Siena e i sei comuni della Val di Cornia) una percentuale di raccolta differenziata pari al 38,29%, con un aumento dello 0,60% rispetto all’anno precedente. Un dato positivo che, però, deve necessariamente essere migliorato nel prossimo futuro per cercare di raggiungere quegli obiettivi di raccolta differenziata individuati dalla normativa vigente. Per questo, negli ultimi mesi, Sei Toscana, in accordo con Ato Toscana Sud e le amministrazioni comunali, ha attivato nuovi servizi di raccolta, domiciliare e stradale, in un lavoro di riorganizzazione su area vasta che proseguirà nel prossimo futuro seguendo la calendarizzazione concordata fra gli uffici tecnici del gestore, dell’autorità di ambito e delle diverse amministrazioni cittadine. Nel corso dei primi mesi del 2015, nella provincia di Arezzo, sono già stati avviati nuovi servizi di raccolta domiciliare nei comuni di Arezzo (estensione del porta a porta alle zone nord e ovest della città), Foiano della Chiana, Castelfranco Piandiscò e Monte San Savino. Novità anche nel comune di Cortona dove il gestore ha avviato una riorganizzazione del servizio di raccolta domiciliare nel centro storico, estendendolo ad altre utenze fuori le mura e attivando un ritiro di carta e cartone più frequente e con nuove postazioni anche grazie al finanziamento ottenuto dal consorzio Comieco. Nei prossimi mesi, fra la fine del 2015 e l’inizio del nuovo anno, anche i comuni di Civitella in Val di Chiana, Castiglion Fiorentino, Lucignano e Marciano della Chiana vedranno attivati o riorganizzati i servizi di raccolta domiciliare. Nel territorio grossetano invece, è tutto pronto per l’estensione della raccolta porta a porta a Follonica, Monte Argentario e Scarlino. Nella Città del Sole toccherà al quartiere di San Leopoldo (che coinvolgerà circa 750 utenze), mentre a Monte Argentario la zona interessata sarà quella a cavallo della strada panoramica. A Scarlino invece, grazie a quest’ultimo intervento, si procederà alla copertura dell’intero territorio comunale con la metodologia del porta a porta. Nel 2015 in Maremma, importanti novità sono state introdotte anche nei comuni di Castiglione della Pescaia e Orbetello dove è stata attivata la raccolta del rifiuto organico. Un’attivazione molto importante per il territorio che può contare anche sulla presenza dell’impianto di Futura, in località Strillaie, dove la frazione organica viene lavorata per la produzione di compost. Anche in provincia di Siena sono diverse le novità previste per i prossimi mesi e gli interventi che hanno già visto la luce. A Badia a Elmi, frazione del comune di San Gimignano, è stato esteso il servizio porta a porta , mentre nei comuni di Torrita di Siena, Montepulciano, Asciano e Chianciano Terme nei primi mesi del 2016 Sei Toscana attiverà nuovi servizi di raccolta domiciliare. Tutti i nuovi servizi attivati sono sempre stati preceduti da una costante attività di comunicazione sul territorio. In particolare, per illustrare le nuove modalità di raccolta, sono stati organizzati assieme alle amministrazioni comunali incontri pubblici cui hanno partecipato migliaia di cittadini. Una buona risposta che conferma il dialogo costruttivo che si sta instaurando fra il gestore e i cittadini che abitano nel territorio di riferimento. Agli incontri pubblici è sempre affiancata anche la realizzazione di materiali informativi ad hoc e all’aggiornamento costante del sito internet aziendale www.seitoscana.it, senza dimenticare il numero verde – 800127484 – che costituisce un altro elemento di fondamentale importanza nel rapporto diretto fra il gestore e i cittadini serviti.