Nella Casa dell’Ambiente arriva “Siena Carbon Free”: presentato il bilancio delle emissioni di gas serra nel 2012 e 2013

Giovedì, 18 Dicembre 2014

I progetti “Siena Carbon Free” e “REGES” (Riduzione delle Emissioni di Gas a Effetto Serra) sbarcano nella Casa dell’Ambiente di SEI Toscana e Sienambiente. Nell’auditorium di via Simone Martini a Siena, sono stati presentati i dati relativi alle emissioni di gas serra nella provincia senese che si conferma anche quest’anno una delle realtà “carbon free” d’Italia. Il territorio senese infatti migliora la propria performance andando a diminuire ancora le emissioni di gas serra rispetto al 2011. Nel 2012 i gas serra prodotti sono stati pari a 1,297,668 t CO2eq, a fronte di una capacità di assorbimento di 1,308,215 t CO2eq..In altre parole, la percentuale di abbattimento delle emissioni complessive del territorio senese è stato pari a 100.8% sul totale. Un risultato ancora maggiore è stato ottenuto nel 2013 - anche se questi dati non sono ancora definitivi - quando le emissioni di gas serra sono state pari a 1,208,550  t CO2eq,il 24% in meno di quelle registrate nel 2006, anno di riferimento del progetto REGES in cui il totale delle emissioni è stato pari a 1.590,288t CO2eq . Un contributo importante al progetto arriva da Sienambiente, azienda socia di SEI Toscana. “Sienambiente, anche attraverso le sue società partecipate, dà un contributo importante al progetto “Carbon Free” e allo sviluppo della green economy – commenta il presidente Fabrizio Vigni –. In particolare, attraverso il riciclo dei rifiuti e la produzione di energia da fonti rinnovabili, contribuiamo a ridurre le emissioni di CO2 e a sviluppare una nuova economia ecologica. Nel 2013, solo con l'energia prodotta dai nostri impianti,  si è evitata l’immissione in atmosfera di oltre 16 mila tonnellate di C02. Un risultato che secondo le stime nel 2014 sarà ulteriormente migliorato, fino a 17 mila tonnellate di C02 evitata”. E proprio dalla gestione dei rifiuti arrivano ottimi riscontri, con il settore che fa registrare emissioni di gas serra inferiori al 2006 per circa il 7%. Andando ad analizzare meglio i dati, si riscontra una diminuzione pari all'8.7% per quello che riguarda la discarica, e un incremento di circa il 36% in merito al compost, segno tangibile dell'attenzione sempre crescente per la raccolta differenziata dei cittadini della provincia di Siena. Da evidenziare anche come dal 2006 ad oggi la capacità di riassorbimento di CO2 ha visto un incremento del 14% grazie alle azioni di difesa (antincendio), al consolidamento della superficie forestale ed all’affinamento della metodologia di rilevazione delle superfici boscate. Il progetto “Siena Carbon Free” nasce nel 2006 con l’obiettivo di creare la prima area vasta in Europa ad emissioni zero di CO2. L'obiettivo, prefissato per il 2015, è stato raggiunto con largo anticipo nel 2011 e si è confermato nel 2012 e nel 2013. Tutto il progetto si è basato su 4 linee guida: riduzione dei consumi energetici da fonti fossili, incremento della produzione di energia da rinnovabili, aumento dell’efficienza energetica, conservazione e sviluppo del patrimonio forestale. Il territorio senese grazie alle sue caratteristiche è partito da condizioni favorevoli rispetto alla media italiana ed europea. Tuttavia, su questa base positiva, si è realizzato un piano di azioni concrete e misurabili che ha permesso riduzioni di emissioni del 24% in  otto anni (2006-2014). La provincia è anche la prima vasta area in Europa ad avere un bilancio delle emissioni certificato da un ente terzo, sulla base della norma ISO 14064/1.