A Monte San Savino ed Arezzo ovest il porta a porta inizia con il piede giusto

Giovedì, 16 Luglio 2015

Avvio molto positivo per la raccolta domiciliare dei rifiuti ad Arezzo (zona ovest) e Monte San Savino. Nei due comuni della provincia aretina, a pochi giorni dall’attivazione del nuovo servizio, è da evidenziare l’ottimo comportamento dei cittadini che si sono impegnati da subito per garantire una riuscita ottimale delle raccolte. Nel capoluogo, dopo l’avvio nelle frazioni a sud e a nord della città, lo scorso lunedì la raccolta porta a porta è arrivata anche nelle località di Pratantico e Monte Sopra Rondine. Nei prossimi giorni toccherà a Indicatore e Talzano, mentre nelle settimane seguenti il servizio sarà esteso anche alle altre zone previste: Chiani, quartieri di Le Poggiola, Ponte a Chiani, Ruscello, San Giuliano, San Giuliano Valle del Vingone, Battifolle (comprese La Cinguetta, Mezzacollina e Poderina Bassa), Mugliano, Ponte alla Nave, San Zeno (zona residenziale). L’attivazione della raccolta dei rifiuti porta a porta, introdotta con l’obiettivo di incrementare la quantità dei rifiuti da avviare a riciclo, prevede la progressiva rimozione di tutti i cassonetti stradali attualmente presenti nelle zone interessate e l’utilizzo da parte dei cittadini del kit per la raccolta domiciliare distribuito a tutti gli utenti da personale incaricato da SEI Toscana. Tutti i cittadini che non sono stati trovati in casa al momento della consegna a domicilio del kit, potranno ritirare il materiale presentandosi al front office, in via Trento e Trieste 165, con il modulo di mancata consegna che è stato lasciato all’interno della cassetta della posta. Il front office sarà a disposizione dei cittadini per tutto il mese di luglio con il seguente orario di apertura: martedì dalle 13 alle 19 e sabato dalle 8 alle 14. Anche a Monte San Savino l’amministrazione comunale, in collaborazione con il gestore e Ato Toscana Sud, ha riorganizzato il servizio introducendo il sistema di raccolta domiciliare in gran parte del territorio comunale, ad esclusione delle frazioni di Palazzolo, Gargonza e Verniana. Analogo è l’obiettivo: aumentare sensibilmente la percentuale di recupero delle varie frazioni merceologiche, riducendo al contempo il conferimento in discarica dei rifiuti e assicurando così una corretta gestione finalizzata  al recupero di materia, secondo quanto previsto dalla normativa europea e nazionale nonché dalla programmazione regionale e provinciale. Sia ad Arezzo che a Monte San Savino, per illustrare le nuove modalità di raccolta, le amministrazioni comunali e SEI Toscana hanno organizzato incontri pubblici sul territorio cui hanno partecipato oltre mille cittadini. Per tutte le informazioni sui servizi attivi nei comuni delle province di Arezzo, Grosseto e Siena: numero verde 800127484 oppure www.seitoscana.it.