Firmato il primo Accordo integrativo di SEI Toscana. Un passo importante per lo sviluppo unitario della società

Giovedì, 21 Maggio 2015

E’ stato firmato lo scorso 18 maggio il primo Accordo integrativo di SEI Toscana. Un passo importante per lo sviluppo unitario della società, arrivato dopo un percorso articolato e di confronto fra l’azienda e le organizzazioni sindacali. Al termine della fase transitoria indicata nel contratto ATO e con la costituzione della RSU aziendale, è stato aperto il tavolo di discussione mirante a unificare in tutto il territorio e in tutti i cantieri e sedi dell’azienda i diversi istituti contrattuali derivanti dalle diverse realtà aziendali che sono confluite all’interno del nuovo gestore unico delle province di Arezzo, Grosseto e Siena. L’Accordo prevede un sistema incentivante – che sarà a regime dal 2016 – capace di  perseguire l’obiettivo di collegare incentivi economici a incrementi di produttività, di qualità, di redditività, di efficacia, di innovazione, di efficienza organizzativa e altri elementi rilevanti ai fini del miglioramento della competitività aziendale, nonché ai risultati legati all’andamento economico dell’impresa. Nel periodo transitorio 2014 – 2015, in attesa dell’acquisizione dei dati storici sui servizi, si è proceduto alla definizione del monte premio generale (pari a € 561.800 per il 2014 e € 648.450 per il 2015) ed alla distribuzione in base all’effettivo apporto lavorativo nell’anno di riferimento. A regime il sistema rileverà l’andamento  nelle macro aree aziendali (Raccolta e spazzamento; Amministrazione Finanza e Controllo; Organizzazione e Personale; Servizi di Staff e ICT). La sottoscrizione dell’accordo rappresenta un importante momento di condivisione dello sviluppo unitario dell’azienda oltre che una base essenziale per l’evoluzione e lo sviluppo dei rapporti industriali e sindacali.