Educare i ragazzi a un futuro green. A San Giovanni e Roccastrada due belle iniziative di educazione ambientale

Giovedì, 23 Aprile 2015

SEI Toscana sale in cattedra per due belle iniziative di educazione ambientale. Si è svolta lunedì mattina la visita guidata delle classi prime dell’Istituto Comprensivo Leopoldo di Lorena di Roccastrada, in provincia di Grosseto, alla stazione ecologica del comune gestita da SEI Toscana. I ragazzi , che in queste settimane hanno seguito un percorso di educazione ambientale con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti, visitando anche gli impianti di Futura e di Ecolat a Grosseto, hanno avuto modo di visitare la struttura gestita da SEI Toscana che è stata inaugurata poco più di un anno fa. E’ stato proprio il personale di SEI Toscana ad accogliere i ragazzi, illustrando agli alunni l’organizzazione del lavoro all’interno della stazione ecologica, i mezzi ed il  personale utilizzati, le varie tipologie di raccolta e le principali tematiche inerenti la raccolta differenziata dei rifiuti. Ai ragazzi sono state spiegate anche le funzionalità e l’importanza che la stazione ecologica assume all’interno della gestione comunale dei rifiuti, e sono stati illustrati i percorsi che ogni tipologia di materiale raccolto segue, dal conferimento nel cassonetto sino agli impianti di recupero e di riciclo. Al termine dell’incontro, sono stati consegnati ai ragazzi gli opuscoli con le indicazioni per fare una corretta raccolta differenziata e alcuni gadget realizzati in materiale riciclato. A San Giovanni Valdarno, nell’aretino, SEI Toscana e l’amministrazione comunale hanno realizzato un progetto di educazione ambientale che coinvolgerà i mille studenti dell’Istituto Magistrale Statale Giovanni da San Giovanni. L’istituto scolastico valdarnese si è dotato di contenitori in plastica riciclata destinati alla raccolta del multimateriale (plastica, alluminio, vetro) e di contenitori in cartone per la raccolta del materiale cartaceo che sono stati distribuiti in tutte e 49 le classi della scuola. I ragazzi adesso dovranno differenziare i rifiuti prodotti quotidianamente per poi conferirli all’interno degli appositi cassonetti posizionati all’esterno dell’edificio. La scorsa settimana il personale di SEI Toscana ha incontrato i rappresentanti degli studenti, i professori ed il personale amministrativo della scuola per un incontro in cui sono state spiegate le corrette modalità di conferimento dei rifiuti e tutti i vantaggi che una buona raccolta differenziata, una raccolta differenziata di qualità, può portare al territorio permettendo l’avvio al riciclo ed al recupero di tutti quei materiali altrimenti destinati alla discarica. Il personale di SEI Toscana ritirerà la carta ed il cartone ogni mercoledì mattina, mentre il multimateriale e il rifiuto indifferenziato verranno ritirati in concomitanza con gli svuotamenti previsti per i cassonetti stradali posti a fianco dell’istituto scolastico. SEI Toscana inoltre monitorerà anche i conferimenti effettuati dagli studenti, verificando quantità e qualità dei materiali gettati nei cassonetti.