Sei Toscana e il Comune di Siena fanno il punto sul servizio di raccolta differenziata con contenitori ad accesso controllato

Giovedì, 12 Dicembre 2019

Crescita di quasi 6 punti percentuali della raccolta differenziata, più di 5.700 6Card attivate e nuovi servizi al cittadino. A sei mesi dall’avvio del servizio, il Comune di Siena e Sei Toscana fanno il punto sulla raccolta con contenitori ad accesso controllato attivata in alcune zone della città. Il primo step di attivazione ha interessato i residenti nelle zone di Taverne, Via Aretina, Coroncina, Cerchiaia, viale Toselli, Volte Basse, Massetana Romana e Sant’Andrea con l’installazione di 130 nuove postazioni di cassonetti ad accesso controllato, che hanno introdotto anche a Siena quella che viene definita la raccolta “intelligente” dei rifiuti. Un sistema di raccolta flessibile che permette, tramite l’utilizzo dei contenitori con la 6Card, la tessera associata all’utenza Tari, di registrare per ciascun utente il numero dei conferimenti effettuati, con lo scopo di introdurre, quando il sistema sarà a regime, una modalità incentivante legata alla corretta separazione dei rifiuti e all’effettivo conferimento. Un sistema capace di portare subito risultati positivi, con il +6% di raccolta differenziata a sei mesi dall’attivazione (ad esempio con un aumento di 80 tonnellate di imballaggi in vetro, plastica e lattine raccolti nel mese di ottobre), ma che presuppone, per la piena efficienza ed efficacia del servizio, l’attivazione e l’utilizzo della 6Card da parte di ogni cittadino. Delle 11.940 6Card (due tessere ad utenza) inviate per posta lo scorso maggio, ad oggi ne sono state attivate 5.706 che costituiscono circa il 50% del totale dei cittadini coinvolti. Comune e Sei Toscana sollecitano pertanto i cittadini ad attivare le tessere il prima possibile. Per questo, oltre alle modalità di attivazione tramite telefono (0577 1799280) e sito internet (www.seitoscana.it),è stato deciso di attivare uno sportello al cittadino che sarà nella sede di Sei Toscana, in via Simone Martini 57, a partire dal 7 gennaio. Lo sportello sarà di supporto ai cittadini per la consegna e attivazione delle 6Card e sarà aperto dal lunedì al sabato, dalle 11 alle 14 e dalle 16.30 alle 19.30 fino al 18 gennaio (il martedì, giovedì e sabato dal 20 al 31 gennaio). Oltre ai cittadini che hanno già ricevuto per posta la 6Card, si uniranno altre 1000 utenze, rientranti nelle zone del primo step, che si sono aggiunte dopo un lavoro di aggiornamento delle banche dati condotto dall’Amministrazione e il Gestore. A partire dal 10 dicembre a queste utenze saranno consegnate le 6Card a domicilio. Qualora un cittadino non venisse trovato in casa sarà lasciato un avviso di mancata consegna nella cassetta postale con il quale poter provvedere al ritiro recandosi allo sportello. Il 20 gennaio si procederà poi con la chiusura di tutti i cassonetti “intelligenti” che potranno così essere utilizzati esclusivamente tramite la 6Card personale. “È importante accompagnare tutto il processo con un’intensa attività di informazione, per aumentare non solo la quantità, ma anche e soprattutto per migliorare la qualità della raccolta differenziata, in modo da minimizzare gli scarti e massimizzare i materiali da avviare agli impianti di riciclo e trattamento – dice Giuseppe Tabani, direttore tecnico di Sei Toscana –. Ci sarà un’attività di presidio dei cassonetti da parte degli ECO-Informatori, personale appositamente formato che si occuperà di assistere gli utenti nei primi utilizzi della 6Card e un controllo e un supporto all’utenza ancora più capillare da parte degli ispettori ambientali. Inoltre, sul nostro canale Youtube, sul sito e sulla pagina Facebook è a disposizione dei cittadini un video-tutorial che spiega passo per passo come utilizzare i contenitori, oltre al materiale informativo già consegnato ai cittadini e agli incontri pubblici che faremo nuovamente nelle prossime settimane. L’obiettivo che Sei Toscana si è data è quello di coinvolgere le persone abituandole a differenziare il più possibile e riducendo in modo drastico la quantità di rifiuti non differenziati”.

Qui è possibile vedere l’intervista al Direttore tecnico di Sei Toscana, Giuseppe Tabani, sulle modalità del servizio di raccolta differenziata con contenitori ad accesso controllato nel comune di Siena.