La Toscana raccoglie 79 tonnellate di lampadine esauste nei primi sei mesi dell’anno, la provincia di Arezzo fra le più virtuose

Giovedì, 10 Agosto 2017

Durante i primi sei mesi del 2017 in Toscana sono state raccolte 79 tonnellate di lampadine esauste. Fra le province più virtuose della regione spicca Arezzo che si piazza subito a ridosso di Pisa in seconda posizione. I numeri sono stati illustrati a Festambiente da Ecolamp, il consorzio specializzato nella raccolta e riciclo dei rifiuti di illuminazione che fin dalla sua nascita nel 2004 raccoglie sul territorio nazionale lampade, lampadine e apparecchi di illuminazione. Per la precisione, dalle 79 tonnellate di lampadine esauste avviate a riciclo, i materiali recuperati rappresentano il 97,16% del materiale trattato: in particolare, il vetro rappresenta il 75% dei materiali recuperati dai rifiuti Raee di raggruppamento R5 (mentre per i piccoli elettrodomestici e i rifiuti da illuminazione, raggruppamento R4, i dati relativi all’anno 2015 mostrano un recupero di materiali di circa il 92,5%). Le performance di raccolta sul territorio toscano sono eterogenee: la provincia che primeggia in Toscana è Pisa, che ha raccolto durante la prima metà dell’anno più di 17 tonnellate di lampadine esauste, seguita a breve distanza da Arezzo e Firenze. Gli ultimi tre posti, al contrario, sono occupati rispettivamente dalla provincia di Livorno (3,3 tonnellate), Massa Carrara con quasi due tonnellate e mezzo e Grosseto. Come sottolinea il Consorzio, è di fondamentale importanza non solo incrementare le quantità di rifiuti raccolti in modo differenziato, ma soprattutto la loro qualità. Quali sono le buone regole, dunque, per conferire correttamente i rifiuti di illuminazione? Le lampade a incandescenza e quelle ad alogeni non vanno raccolte in modo differenziato e possono essere gettate nel cassonetto dell’indifferenziato, mentre tutte le altre lampade (come ad esempio i neon o i Led) fanno invece parte della raccolta differenziata dei Raee e vanno smaltite in modo corretto. Nei Comuni dell’Ato Toscana Sud questi rifiuti devono essere portati ai centri di raccolta e stazioni ecologiche attive sul territorio, oppure alla Stazione ecologica itinerante, il pulmino attrezzato di Sei Toscana che è attivo in diversi Comuni del bacino di riferimento. Le lampadine possono essere portate direttamente anche ai rivenditori che si occuperanno del loro corretto smaltimento.

Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero verde di Sei Toscana – 800127484 – oppure consultare il sito internet www.seitoscana.it.

Qui invece il portale internet del Consorzio Ecolamp