La gestione dei Centri di raccolta: un seminario per amministratori e tecnici

Giovedì, 9 Marzo 2017

Un seminario tecnico per parlare dei centri di raccolta, dalla normativa alla loro gestione, in un confronto diretto e costruttivo fra le amministrazioni comunali della Toscana del sud, l’autorità di ambito e il gestore dei rifiuti. Si è tenuto martedì 7 marzo a Siena, preso l’auditorium della Casa dell’Ambiente, il seminario “I primi tre anni di gestione dei Centri di Raccolta: presentazione dati, criticità e proposte di miglioramento. Lavorare insieme per il raggiungimento degli obiettivi di recupero” organizzato da Sei Toscana e rivolto agli amministratori e ai funzionari di settore dei 105 comuni dell’Ato Toscana sud. L’appuntamento, al quale hanno partecipato diversi Comuni delle province di Arezzo, Grosseto, Siena e Livorno è servito ad approfondire, discutere e condividere la tematica della corretta gestione dei centri di raccolta, anche alla luce dei dati del primo triennio di effettiva gestione da parte di Sei Toscana e delle criticità che in questo periodo si sono riscontrate. “Il seminario tecnico di oggi – ha affermato il presidente di Sei Toscana, Roberto Paolini – vuole essere un primo appuntamento di un percorso, che mi auguro essere duraturo e proficuo, fatto di attività di informazione e di condivisione su aspetti specifici e tecnici relativi alla gestione dei rifiuti. Oggi abbiamo messo l’attenzione sui centri di raccolta, strutture alle quali in questi anni abbiamo investito molto. Attraverso lavori di adeguamento o nuove realizzazioni, abbiamo cercato di mettere a disposizione dei cittadini strutture utili a raggiungere gli obiettivi richiesti in termini di raccolta differenziata ed effettivo avvio a riciclo dei materiali”. I centri di raccolta sono strutture a disposizione di tutti i cittadini presso le quali è possibile conferire in maniera differenziata alcune tipologie di rifiuto (come ingombranti, elettrodomestici fuori uso, vernici, sfalci e potature, ecc) e sono regolamentati da specifiche normative che ne disciplinano la gestione nella loro interezza, dalla loro realizzazione fino alla gestione dei rifiuti che da essi transitano. Anche questo, assieme alla presentazione di alcune proposte di miglioramento, è stato oggetto del seminario che ha visto l’intervento di relatori di alto profilo. Lucia Mastacchini, Socio Fondatore Waste and Chemicals e consulente in materia di rifiuti per le Nazioni Unite si è concentrata soprattutto sul contesto normativo e gestionale di riferimento, mentre il direttore tecnico Sei Toscana, Giuseppe Tabani ha presentato i dati di gestione con un focus sulle criticità riscontrate e le conseguenti proposte di miglioramento. Ad Alessandra Biondi, presidente del Consiglio Direttivo Ato Toscana Sud e sindaco di Civitella Paganico, è spettato invece il compito di trarre le conclusioni della giornata con uno sguardo alle prospettive future.