Comune di Montevarchi e Sei Toscana firmano il protocollo d’intesa per il progetto “Smart Cities”

Giovedì, 7 Febbraio 2019

E’ stato firmato nella sede di Sei Toscana il protocollo d’intesa fra il Comune di Montevarchi e il Gestore unico dei rifiuti dell’Ato Toscana Sud nell’ambito del progetto “Smart cities”, promosso dalla Regione Toscana. Si tratta di un progetto pilota per lo scambio reciproco di informazioni e dati fra il Comune e Sei Toscana, che consente, attraverso processi di innovazione, di ottimizzare i tempi del lavoro, migliorare l’accesso alle informazioni, superare la frammentazione e i rallentamenti della burocrazia. Tra le altre cose, con questa intesa sarà subito possibile disporre di un quadro più chiaro per l’avvio della sperimentazione di modelli di raccolta ad accesso controllato che saranno attivati a breve nel territorio di Montevarchi. Il nuovo sistema di raccolta, una volta a regime, consentirà infatti di associare ogni conferimento alla singola utenza e, in futuro, calibrare la tariffa sulla base dei rifiuti effettivamente prodotti e sulla concreta volontà dei cittadini di effettuare la raccolta differenziata (tariffa puntuale). “Abbiamo accolto con grande soddisfazione l’invito del Comune di Montevarchi a collaborare a questo interessante progetto. La firma di questo protocollo d’intesa rappresenta per noi un ulteriore e concreto strumento di collaborazione con le Amministrazioni comunali del territorio, funzionale a migliorare e rendere sempre più innovativi i servizi di raccolta dei rifiuti – commenta l’amministratore delegato di Sei Toscana, Marco Mairaghi –.  Grazie all’implementazione di sistemi innovativi di aggiornamento delle banche dati infatti, sarà possibile introdurre l’applicazione della tariffa puntuale. L’obiettivo che condividiamo con l’Amministrazione comunale è quello di dare vita ad un percorso nel segno dell’innovazione, che consenta di garantire al territorio e ai cittadini una gestione dei servizi sempre più efficiente, innovativa e sostenibile”.