Olio alimentare esausto: Sei Toscana inaugura un nuovo punto di raccolta

Giovedì, 3 Novembre 2016

Prosegue a pieno ritmo il lavoro di Sei Toscana, in collaborazione con le amministrazioni comunali, Ato Toscana Sud e partner privati, per l’attivazione di nuovi punti di raccolta dell’olio alimentare esausto nel territorio della Toscana del sud. Dopo le recenti attivazioni a Siena, Monteriggioni e Monteroni d’Arbia, è il turno di Poggibonsi. E’ stato posizionato in città, presso il supermercato Coop in via Trento, il box Olly®. Si tratta del primo punto di raccolta per il comune senese che in tal modo si inserisce nel progetto di area vasta che Sei Toscana Sud insieme ad Ato Toscana Sud sta progressivamente estendendo a tutto il bacino di riferimento. Anche a Poggibonsi sarà adesso possibile conferire in modo corretto il proprio olio alimentare esausto (quello utilizzato in cucina per la preparazione dei cibi) servendosi del box Olly® dove è possibile prelevare uno dei bidoncini gialli ermetici della capienza di tre litri da utilizzare per la raccolta domestica. Quando il bidoncino sarà pieno di olio usato (è possibile depositare nel bidoncino anche eventuali piccoli residui derivanti dalla cottura) l’utente potrà riportarlo al box dove potrà riaverne uno nuovo e pulito. Eco.Energia, l’azienda cui Sei Toscana ha affidato il servizio per la provincia di Siena, si occuperà del ritiro e del lavaggio dei bidoncini, raccogliendo al contempo l’olio conferito ed evitando così gli effetti dannosi che uno smaltimento sbagliato dell’olio comporta. Raccogliere correttamente l’olio alimentare esausto infatti consente di evitare negativi impatti ambientali: basta un litro d’olio vegetale esausto per rendere non potabile un milione di litri d’acqua: una quantità che potrebbe dissetare circa 140 persone per 10 anni. L’olio raccolto verrà utilizzato per la produzione di energia pulita. I suoi potenziali impieghi infatti sono molteplici: può essere trasformato in biocarburante, utilizzato per la cogenerazione, con lo sfruttamento dell’energia termica prodotta dal sistema, oppure per la produzione di bioasfalto. “Prosegue a pieno ritmo il lavoro di Sei Toscana, in collaborazione con le amministrazioni comunali, Ato Toscana Sud ed Eco.Energia per estendere la raccolta dell’olio in tutto il territorio della provincia senese – dice Roberto Paolini, presidente di Sei Toscana –. L’impegno dell’azienda è quello di facilitare anche raccolte più particolari, come quella dell’olio alimentare esausto e permettere ai cittadini di avere a disposizione un servizio migliore. E’ da sottolineare che il costo del servizio non ha alcuna ripercussione sulla tariffa perché si remunera direttamente con la produzione di energia proveniente dall’olio raccolto”. L’olio alimentare esausto può essere conferito anche presso i centri di raccolta e le stazioni ecologiche attive sul territorio. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.seitoscana.it oppure chiamare il numero verde 800127484.