Presidio e controllo del territorio: a Follonica ecco le foto-trappole contro l’abbandono dei rifiuti

Lunedì, 22 Luglio 2019

Nuovo servizio di presidio e controllo del territorio a Follonica. A partire da giovedì 1 agosto saranno attive nella città del Golfo le foto-trappole per individuare e rilevare eventuali comportamenti scorretti nel conferimento dei rifiuti. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con il gestore unico dei rifiuti Sei Toscana, ha deciso di attivare questo nuovo servizio che prevede appunto l’istallazione e l’attivazione di quattordici postazioni nei luoghi ritenuti maggiormente sensibili all’abbandono di rifiuti. Le apparecchiature saranno mobili e potranno così monitore gran parte del territorio comunale. Il servizio prevede anche l’utilizzo di una speciale foto-trappola, denominata “e-killer”. Si tratta di un’apparecchiatura di ultima generazione, dotata di telecamera ad alta definizione capace di registrare anche in orario notturno. La foto-trappola può registrare anche a diversi metri di distanza, può essere facilmente nascosta nei luoghi più impensabili, come dentro auto civetta, in mezzo alla vegetazione, sopra tetti o balconi ed è dotata di un sistema capace di memorizzare nella scheda video solamente i momenti in cui si registra un movimento nel luogo monitorato, come appunto il conferimento dei rifiuti. Grazie ad una specifica applicazione inoltre, è possibile visionare da remoto in tempo reale le immagini registrate sia da postazione fissa che su apparecchiature mobili, come smartphone e tablet. “Lo scopo di questa iniziativa– dice Mirjam Giorgieri, assessore all’ambiente del comune di Follonica – è quello di scoraggiare l’abbandono di rifiuti e la migrazione dei rifiuti stessi dalle zone porta a porta a quelle ancora servite dai cassonetti stradali. Si tratta della prima attivazione, ma prevediamo di coprire una porzione più ampia di territorio nel prossimo futuro. La maggior parte dei follonichesi ha a cuore il decoro della propria città e segue le regole per un corretto conferimento e una giusta differenziazione dei rifiuti e ne è dimostrazione l’ottimo risultato raggiunto dalla città in termini di raccolta differenziata, il 61,5% nei primi mesi del 2019. C’è ancora, purtroppo, una minoranza di nostri concittadini che non rispetta le regole e i beni pubblici ed è per colpire questa minoranza che saranno attivate le fototrappole e comminate le relative sanzioni.  L’abbandono di rifiuti non solo condiziona la qualità e quantità della raccolta differenziata, ma soprattutto è un grave problema ambientale e di decoro urbano.” Le fototrappole vigileranno sia alcune postazioni  dei cassonetti stradali, che alcune postazioni di cestini gettacarte e in particolare:

  1. postazione cassonetti cannelline via Don Bigi (casa dell’acqua e rotonda via Bartoli);
  2. postazione cassonetti via Asinara ang. Via Palmaria;
  3. postazione cassonetto via Fratti retro ex Florida;
  4. postazione cassonetti via Bicocchi Stazione fronte Ottica Bracci;
  5. postazione cassonetti via Lugano;
  6. postazione cassonetti via Trieste;
  7. postazione cassonetti p.zza XXV Aprile;
  8. postazione cassonetti villaggio Girasole – Madonnina;
  9. postazione cassonetti via Dante;
  10. postazione cassonetti Salciaina (distributore I.P);
  11. cestini getta carte via Spiaggia di Levante;
  12. cestini getta carte via Bicocchi ang. Via Trento;
  13. cestini getta carte via Bicocchi ang. Via Serri;
  14. cestini parco via Buonarroti;

Oltre alle foto-trappole, l’Amministrazione comunale è pronta ad avvalersi nuovamente del servizio di ispettori ambientali di Sei Toscana.  Gli ispettori ambientali permetteranno di promuovere comportamenti corretti e sensibilizzare e aiutare cittadini ed attività economiche ad adottare comportamenti più corretti nella gestione dei propri rifiuti, ma anche a promuovere un’attività più capillare di segnalazione ed eventuale sanzione di comportamenti scorretti.