Per combattere il fenomeno delle discariche abusive ecco tutti i servizi di Sei Toscana a disposizione dei cittadini

Lunedì, 20 Agosto 2018

Il fenomeno delle discariche abusive evidenziato nell’articolo è, purtroppo, diffuso e dannoso a più livelli: ambientale, per la dispersione nell’ambiente di sostanze a volte anche pericolose; per il decoro delle città e dei borghi del territorio ed infine da un punto di vista economico, in quanto le spese sostenute dall’amministrazione comunale per arginare tali fenomeni e per bonificare le aree interessate ricadono sulle tasche di tutti.

Nel comune di Siena, da inizio anno al 30 giugno 2018, Sei Toscana ha rilevato (ed è poi intervenuta per le opere di pulizia e bonifica) oltre 4000 abbandoni di rifiuti, eseguendo inoltre la bonifica di 10 micro discariche (si parla di micro discariche quando, per numero e quantità di rifiuti abbandonati, si supera il metrocubo di volume). Il dato degli abbandoni, pur restando ancora un numero significativo, ha rilevato una diminuzione rispetto al 2017 quando, per lo stesso periodo di riferimento, il numero degli abbandoni superava i 5000 casi.

Per contrastare ed arginare il fenomeno degli abbandoni nel comune di Siena è attivo un servizio di presidio e controllo. Il servizio, richiesto e attivato dall’amministrazione comunale già nel 2015 (primo comune dell’Ato Toscana Sud a farlo), prevede 3 turni a settimana di ispezione su tutto il territorio comunale svolti da due ispettori ambientali. Sono inoltre attive 7 postazioni per le foto-trappole, posizionate nei luoghi ritenuti maggiormente critici e soggetti al fenomeno degli abbandoni. Dal 1 gennaio 2018 ad oggi, gli ispettori di Sei Toscana hanno elevato circa 70 verbali di sanzione da 100 € l’uno (verbali relativi all’abbandono dei rifiuti, al non rispetto dei giorni e orari di conferimento rifiuti nelle zone dove è attiva la raccolta porta a porta, all’errato conferimento dei rifiuti). In provincia di Siena, oltre al comune capoluogo, il servizio di ispettore ambientale è svolto anche a Asciano, Poggibonsi, Sinalunga e Sovicille.

Sei Toscana ricorda che a Siena (così come in tanti comuni dell’Ato Toscana Sud) i cittadini possono avvalersi dei centri di raccolta e delle stazioni ecologiche attivi sul territorio. Il centro di raccolta del comune di Siena si trova in località Renaccio, strada di Ribucciano ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 12:30 e dalle 13:30 alle 17:30, il sabato dalle 7:30 alle 12:30.

Non solo, per una corretta gestione dei propri rifiuti ingombranti esiste da molto tempo anche un servizio di ritiro gratuito  a domicilio (come materassi, vecchi elettrodomestici, mobilia, ecc). Per prenotare il ritiro a domicilio, sono a disposizione del cittadino diversi canali: è possibile chiamare il numero verde di Sei Toscana800127484 – gratuito sia da rete fissa che mobile, attivo da lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 13:30 alle 17, il venerdì dalle 9 alle 13; compilare l’apposito modulo online presente sul sito internet del gestore, www.seitoscana.it; oppure inviare una mail di richiesta a ingombranti@seitoscana.it specificando quantità e tipologia dei materiali da ritirare e lasciando il proprio recapito per essere ricontattati dagli operatori così da concordare la data del ritiro.