Oli alimentari esausti: dal 23 aprile la raccolta

Tre punti in altrettanti centri commerciali del comune

Mercoledì, 18 Aprile 2018

Mercoledì 23 aprile saranno aperte tre postazioni di raccolta oli alimentari esausti inserite nei centri commerciali Coop di Campiglia M.ma e Venturina Terme e Conad in Venturina Terme. Le inaugurazioni si svolgeranno la mattina secondo questi orari: alle 10.30 presentazione della postazione alla Coop di Campiglia in via Burattelli. Alle 11.30 al Centro Commerciale Coop di via Don Sturzo a Venturina e alle 12.30 inaugurazione del punto di raccolta al Centro Commerciale La Monaca, in via dell’Agricoltura, all’ingresso del supermercato Conad di Venturina. All’inaugurazione saranno presenti la sindaca di Campiglia e la giunta, rappresentanti di Sei Toscana, dei centri commerciali aderenti e della Calussi Srl che gestirà la parte operativa. L’attivazione di questo servizio rappresenta un importante passo in avanti verso la sensibilizzazione dei cittadini nei confronti di un tema che frequentemente è trattato in maniera esclusivamente astratta. Afferma l’assessora Viola Ferroni: “L’attenzione verso l’ambiente, il riuso dei materiali e il concetto di rigenerazione degli stessi per nuovi usi, può attecchire nell’opinione pubblica e nelle buone pratiche quotidiane dei cittadini soltanto se supportato da un’adeguata rete di servizi che devono essere semplici da utilizzare e facilmente raggiungibili dai cittadini”. Per questo motivo e in questo senso va la decisione di installare i punti di raccolta per gli oli di origine alimentare esausti nei centri commerciali del Comune. La sindaca Rossana Soffritti, l’assessora Ferroni e la giunta, esprimendo soddisfazione per l’avvio del servizio affermano: “Alla società Unicoop Tirreno ed Etrusca Srl Conad va il ringraziamento dell’amministrazione comunale per essere importanti partner di questo servizio promosso in sinergia con Calussi Srl e con Sei Toscana; le finalità sono rispettare l’ambiente, risparmiare e dimostrare attenzione verso un tema che a livello mondiale rischia di avere importanti conseguenze”.  “Invitiamo tutti i nostri cittadini a usufruire dei punti di raccolta di oli alimentari esausti - aggiungono - e a partecipare all’inaugurazione delle postazioni dove si potranno avere anche utili informazioni e approfondimenti”. “Sei Toscana ha affidato il servizio specifico di raccolta dell’olio alimentare esausto ad aziende specializzate – dice Roberto Paolini, presidente di Sei Toscana – garantendo ai cittadini un servizio efficiente e con l’obiettivo di trasformare in risorsa qualcosa che, ancora oggi, viene considerato prevalentemente un rifiuto. L’attivazione di questi nuovi punti di raccolta darà un’ulteriore possibilità ai cittadini di conferire il rifiuto in modo corretto. E’ da sottolineare che il costo del servizio non ha alcuna ripercussione sulla tariffa perché si remunera direttamente con la produzione di energia proveniente dall’olio raccolto”.

Fonte: Ufficio stampa comune di Campiglia Marittima