Raccolta degli oli esausti. Da oggi nei comuni del Tufo disponibili i nuovi contenitori nei centri di raccolta.

Venerdì, 1 Agosto 2014

Da oggi sarà possibile conferire gli oli vegetali esausti (l’olio usato in cucina) anche nei centri di raccolta dei comuni di Castell’Azzara, Pitigliano, Sorano e Manciano. SEI Toscana, in accordo con le amministrazioni comunali e in collaborazione con la ditta Calussi, ha infatti istallato nelle quattro strutture gli appositi contenitori adibiti alla raccolta del materiale. Ogni cittadino può recarsi al centro di raccolta del proprio comune di residenza e conferire l’olio esausto evitando così il forte impatto che questo ha sull’ambiente. Un servizio importante considerando che i residui di oli vegetali, se non smaltiti correttamente, possono provocare danni alla flora e alla fauna, basta infatti un solo litro di olio vegetale sversato nella falda acquifera per rendere non potabile un milione di litri d’acqua. Per un corretto conferimento, ogni cittadino è tenuto a raccogliere il proprio olio esausto all’interno di una bottiglia di plastica trasparente ben chiusa, in modo da evitare eventuali sversamenti.

Questi i giorni e orari di apertura dei centri di raccolta di Castell’Azzara, Pitigliano, Sorano e Manciano:

Centro di raccolta Castell’Azzara: località Ferro di Cavallo. Aperto martedì e sabato dalle 15 alle 18.
Centro di raccolta Pitigliano: località Il Piano. Aperto martedì, giovedì e sabato dalle 15 alle 17.
Centro di raccolta Sorano: località San Quirico di Sorano. Aperto mercoledì e sabato dalle 14 alle 17.
Centro di raccolta Manciano: località San Giovanni. Aperto martedì, giovedì e sabato dalle 7 alle 13.