“I signori Causarano e Costanzo meritano un plauso. L’azienda avrebbe il piacere di consegnare loro una targa in segno di riconoscimento per lo spiccato senso civico”

Il presidente di Sei Toscana, Simone Viti, interviene in merito alle attività di pulizia portate avanti dai signori Causarano e Costanzo

Mercoledì, 23 Settembre 2015

Il presidente di Sei Toscana, Simone Viti interviene in merito agli articoli pubblicati negli ultimi giorni sulla stampa locale riguardanti le attività di pulizia dei signori Carmelo Causarano, a Grosseto e Lidio Costanzo, a Orbetello. “Ho letto con piacere e interesse le storie dei signori Causarano e Costanzo e li ringrazio pubblicamente per il prezioso servizio che hanno svolto in tutti questi anni e che tuttora li vede impegnati quotidianamente. Il loro comportamento è un esempio di come ogni cittadino possa rendersi protagonista nel tutelare e preservare il territorio in cui vive, rendendo un servizio alla comunità e, quindi, anche a se stesso. Certamente il caso dei signori Causarano e Costanzo è particolare, e di certo non si può chiedere ai cittadini di sostituirsi al lavoro che svolgono quotidianamente i nostri operatori, ma può essere preso come un modello virtuoso da seguire ed è una delle migliori risposte a quegli incivili che, invece, abbandonando i rifiuti in modo indiscriminato, rovinando e deturpando le nostre città e campagne e creando un danno anche alle attività svolte quotidianamente dagli operatori di Sei Toscana. Ringrazio ancora una volta i signori Causarano e Costanzo e, qualora accettino il nostro invito, Sei Toscana avrebbe il piacere di consegnare loro una piccola targa di riconoscimento per il loro spiccato senso civico e per il lodevole servizio che offrono a tutta la comunità”.