A Radda in Chianti arriva la prima postazione ecologica interrata

Giovedì, 4 Agosto 2016

In piazza IV Novembre ecco le campane a scomparsa per raccogliere alluminio, plastica e vetro.

Novità nel servizio di gestione dei rifiuti nel comune di Radda in Chianti. Taglio del nastro per la nuova postazione interrata di cassonetti per la raccolta differenziata posizionata in piazza IV Novembre. L’opera, realizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con Sei Toscana, si inserisce nei lavori di recupero dell’area dove un tempo sorgeva una pesa utilizzata in agricoltura. Il Comune di Radda, in accordo con Ato Toscana Sud e Sei Toscana, ha deciso di realizzare al posto della vecchia struttura una postazione interrata di cassonetti che saranno destinati alla raccolta differenziata del multimateriale, ovvero degli imballaggi in plastica, alluminio, tetrapak e vetro. La nuova struttura, che fra pochi giorni a disposizione di tutti gli abitanti del comune senese, consentirà di rimuovere dalla via le vecchie campane stradali, migliorando il decoro urbano e contrastando così anche il fenomeno dell’abbandono di rifiuti accanto ai cassonetti. La postazione interrata di Radda rappresenta una novità per il territorio ed è il primo modello in funzione dell’intera area del Chianti. “E’ un passo importante - afferma il sindaco di Radda in Chianti, Pier Paolo Mugnaini - verso il raggiungimento di un sistema di raccolta che sia integrato con l’ambiente circostante e possa portare in futuro all’identificazione di chi conferisce differenziatamente i rifiuti.” Prosegue dunque l’attività dell’amministrazione comunale di Radda in Chianti, in collaborazione con Ato Toscana Sud e Sei Toscana, per migliorare efficienza e qualità del servizio. L’istallazione della nuova postazione interrata infatti, fa seguito all’apertura del centro di raccolta comunale, in località Lama dei Frati, che è stato ristrutturato nei mesi scorsi da Sei Toscana con un investimento di poco meno di 80.000 Euro. “L’attivazione di questa struttura e la recente riapertura del centro di raccolta – dichiara il presidente di Sei Toscana, Roberto Paolini – sono esempi tangibili dell’impegno di Sei Toscana per migliorare il servizio e garantire nel tempo incrementi nelle quantità di raccolta differenziata e di avvio a riciclo, così come previsto dalla programmazione di ambito. L’obiettivo del miglioramento dei servizi è sempre in primo piano ed è nostra intenzione lavorare nello spirito di condivisione e collaborazione con le amministrazioni comunali e l’autorità di ambito per individuare soluzioni su tutto ciò che compete al gestore”. Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito www.seitoscana.it o contattare il numero verde di Sei Toscana, 800 127 484.